Noi lo suoniamo ancora! Wild World conosciutissimo brano di Cat Stevens del 1970 dedicato ad una modella statunitense, Patti D’Arbanville (cui dedicò anche Lady D’Arbanville)

Spliff
Noi lo suoniamo ancora! Carbonara (e una Coca Cola) “sentimento grandioso per l’Italia” del 1982 dagli Spliff
26 Agosto 2019
Village People
Noi lo suoniamo ancora! San Francisco, over the top del 1977 dei Village People, gruppo icona dell’immaginario gay che deve combattere contro una leggenda metropolitana
28 Agosto 2019
Stevens

La canzone fu scritta nel 1970 e dedicata a Patti D’Arbanville, una modella statunitense con la quale Cat Stevens (pseudonimo di Steven Demetre Georgiou, nato a Londra nel 1948, figlio di padre greco-cipriota e madre svedese), aveva dal 1968 una appassionata relazione. La D’Arbanville fu per il cantante fonte di ispirazione sia per Wild World che, ovviamente, per Lady D’Arbanville, contenuta nel terzo album del cantante dagli occhi di gatto (da cui il nome d’arte). Si trattava di una fase della vita dell’artista completamente diversa da quella che avrebbe vissuto dal 1977 in poi, quando, dopo aver rischiato di morire annegato a Malibù, secondo un aneddoto da lui stesso citato più volte, si convertì all’Islam adottando il nome Yusuf Islam. Per parte propria, Patricia D’Arbanville (New York, 1951) dopo la relazione con Stevens ne intrattene una con l’attore Don Johnson (Miami Vice) dal 1981 al 1986, da cui nacque il figlio Jesse Wayne Johnson (1982). Scoperta da Andy Warhol durante un giro per locali quando aveva solo 13 anni, partecipò al suo primo film nel 1960 in una pellicola studentesca (Tuesday and Blue Silk). Lasciata la scuola a 14 anni, ha girato gli Stati Uniti prima di essere inserita nel cast di un film di Warhol, Flesh del 1968, all’età di 16 anni. Nel 1978  Patricia era nel cast principale di Un mercoledì da leoni, nei 37 episodi di New York Undercover (1994-1997) e nel ruolo di Lorraine Calluzzo ne I Soprano (2004). Sposata tre volte: con l’attore francese Roger Miremont (dal 1975-1980, ha anche vissuto in Francia per una decina d’anni); con l’attore Steve Curry (1980-1981) e infine con un vigile del fuoco, Terry Quinn (1993-2002), da cui ha avuto tre figli, Emmelyn (1990), Alexandra (1991) e Liam (1992).