Noi lo suoniamo ancora! Sono solo canzonette, irriverente brano del 1980 di Edoardo Bennato

Celi Bee
Noi lo suoniamo ancora! Nella 40×40: Superman brano del 1977 di Celi Bee & The Buzzy Bunch
26 Giugno 2019
Lipstique
Noi lo suoniamo ancora! At the discoteque, hit del 1978 delle Lipstique
1 Luglio 2019
Bennato

Che Edoardo Bennato fosse un artista fuori dagli schemi lo si comprese anche dalla pubblicazione a solo un mese di distanza dall’LP Uffà! Uffà! di Sono solo canzonette, concept album del 1980 ispirato alla storia di Peter Pan.
Il 33 giri ebbe un successo clamoroso, con numerosi estratti di successo entrati nell’immaginario collettivo come, oltre ovviamente alla title track, i pezzi Ma che sarà…; Il rock di Capitan Uncino e L’Isola che non c’è.
Il testo del brano principale è una efficace satira della società. Partendo dal mito della carriera professionale (“Non potrò mai diventare Direttore generale delle poste o delle ferrovie”), passando dai media (“Non potrò mai far carriera nel giornale della sera anche perché finirei in galera!)”, la canzone è autoironica nei confronti dei cantautori tanto in voga in quel periodo (“Nella mia categoria è tutta gente poco seria, di cui non ci si può fidare!”) e profondamente critica verso l’establishment (“Guarda invece che scienziati, che dottori, che avvocati, che folla di ministri e deputati! Pensa che in questo momento, proprio mentre io sto cantando stanno seriamente lavorando. Per i dubbi e le domande che ti assillano la mente va da loro e non ti preoccupare sono a tua disposizione e sempre, senza esitazione loro ti risponderanno”), senza risparmiare la politica (“Gli impresari di partito mi hanno fatto un altro invito e hanno detto che finisce male se non vado pure io al raduno generale della grande festa nazionale. Hanno detto che non posso rifiutarmi proprio adesso che anche a loro devo il mio successo”). Ascoltandola oggi si comprende quanto poco sia cambiata la società a quarant’anni di distanza.