Noi lo suoniamo ancora! Shaft, di Isaac Hayes, title track de Shaft il detective (Shaft), film del 1971 diretto da Gordon Parks, con Richard Roundtree

Toto
Noi lo suoniamo ancora! 1978: Hold the line, dei Toto, ispirati dal Mago di Oz, in cui il cane di Dorothy, la protagonista del film, si chiama appunto così
24 Settembre 2019
joel
Noi lo suoniamo ancora! Honesty di Billy Joel. Brano del 1978 titolato alla difficoltà di trovare sincerità, verità ed onestà
28 Settembre 2019
Hayes

Composto e cantato nel 1971 da Isaac Lee Hayes (1942-2008), il brano ebbe un successo planetario, raggiungendo la prima posizione nella Billboard 200 e Billboard Hot 100 ed ottenendo anche il premio Oscar per la migliore canzone, il primo per un compositore nero.

Nella scuderia della Stax Records

Musicista, doppiatore, attore e cantante di musica soul statunitense, Hayes è stato uno dei maggiori esponenti della Stax Records, etichetta che negli anni sessanta e settanta era la principale antagonista della Motown nel campo della black music.

South Park e Scientology

Membro convinto di Scientology, Isaac Hayes prestava la voce al personaggio Chef della serie South Park.
Quando gli ideatori di South Park decisero di mandare in onda un episodio su Scientology, intrappolato nello stanzino, Hayes, fortemente offeso, decise di licenziarsi dallo staff della serie.
Per ovviare al problema, evitando un inopportuno cambiamento di voce, i creatori Matt Stone e Trey Parker decisero di eliminare il personaggio di Chef facendolo morire nel primo episodio della decima stagione, Il ritorno di Chef.

La morte prematura

Il 10 agosto 2008 Hayes è stato trovato privo di sensi dalla moglie, nella sua casa nei pressi di Memphis, Tennessee, vicino ad un tapis roulant ancora funzionante. A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione dei paramedici che lo hanno trasportato al Baptist Memorial Hospital dove è stato dichiarato morto alle 2:08. Avrebbe compiuto 66 anni dieci giorni più tardi.