Noi lo suoniamo ancora! Samba Pa Ti di Carlos Santana: nascita (nel 1970) della “poesia della mescolanza”

Eagles
Noi lo suoniamo ancora! Hotel California, apoteosi degli Eagles del 1976 ricca di misteri a tutt’oggi mai svelati. Come l’ipotesi di un tributo ad un’italiana
7 Agosto 2019
Cattaneo
Noi lo suoniamo ancora! Polisex grande successo melodico in salsa glam del 1980 di Ivan Cattaneo che cicatrizza le dolorose esperienze dell’autore
9 Agosto 2019
santana

Tratto da Abraxas, secondo album dell’artista messicano (ma emigrato in California nel 1961) Carlos Santana (Autlán de Navarro, 1947), Samba Pa Ti è considerata la progenitrice della cosiddetta “poesia della mescolanza”. Così infatti fu definita la fusione tra suoni tipicamente latini (nel caso di specie ritmi messicani e brasiliani) ed il rock & roll, contaminati da influenze blues e jazz (che a loro volta avevano dato vita alla bossa nova di Rio De Janeiro, che in Samba Pa Ti si percepisce chiaramente). E propria della mescolanza, o della contaminazione di generi, come si dice oggi, Santana è stato antesignano. Samba Pa Ti fu ripresa nel 1982 da José Feliciano, che aggiunse un testo nella prima parte per poi finire proprio con Santana come guest musicale in un eccezionale duetto di grandi chitarre (classica spagnoleggiante di Feliciano ed elettrica di Santana) nel crescente finale strumentale.