Noi lo suoniamo ancora! Nella 40×40: 19, brano contro la guerra del Vietnam del 1985 di Paul Hardcastle

O'Jays
Noi lo suoniamo ancora! In programmazione nella 40×40: Love Train, immarcescibile successo del 1972 degli O’jays
9 Giugno 2019
Princess
Noi lo suoniamo ancora! In programmazione nella 40×40: I’ll Keep On Loving You, brano del 1986 di Princess
12 Giugno 2019
Hardcastle

19 è un brano del musicista britannico Paul Hardcastle (Londra, 1957), pubblicato nel 1985 come primo singolo dal suo omonimo album.
Il pezzo suscitò grande interesse nel pubblico, non solo grazie alle pesanti distorsioni di voci (effetti ancora precoci negli anni ’80) che lo accompagnano nell’ascolto, ma anche dal forte messaggio contro la guerra che trasmette, che si concentra sul coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra del Vietnam e l’effetto che ha avuto sui soldati veterani. Come già accennato, il brano è ricco di campionamenti vocali quali alcuni spezzoni da un notiziario di Peter Thomas, alcune interviste (“non ero cosciente di quello che stava succedendo”) e notizie prese da “Vietnam Requiem”, un documentario dell’ABC incentrato sullo choc che il conflitto vietnamita ha provocato nelle menti e nei corpi dei soldati che ne hanno partecipato. Hardcastle fu ispirato dalla visione del documentario e confrontando la sua vita all’età di diciannove anni a quella dei soldati delle prime linee nel Vietnam disse: “Ciò che mi ha colpito è come fossero giovani i soldati morti: il documentario ha detto che la loro età media sul campo di battaglia era di diciannove anni. Ero fuori a divertirmi nei pub e nei club quando avevo 19 anni e non nella giungla ad essere ucciso. Il titolo 19 deriva appunto dall’età media di un soldato americano che ha preso parte al conflitto, rispetto a quella della seconda guerra mondiale, ventisei.
Subito dopo la pubblicazione, 19 scalò tutte le classifiche di musica pop britanniche raggiungendo il primo posto che lasciò dopo cinque settimane. Raggiunse, inoltre, le prime venti posizioni nella Billboard statunitense. Per un lungo lasso di tempo, è stato il singolo più venduto in tredici paesi anche grazie al fatto che sono state registrate più versioni del brano in varie lingue come l’inglese (di cui esistono a sua volta tre diverse versioni: Extended Version, Destruction Mix e 19: The Final Story), il francese, lo spagnolo, il tedesco e il giapponese).