Noi lo suoniamo ancora! In programmazione nella 40×40: Melting Pot, capolavoro black del 1971 dei Booker T. & the M.G.’s

Booker

Booker T. & the M.G.’s è un gruppo musicale soul statunitense attivo negli anni Sessanta e Settanta, generalmente associato alla Stax Records e al sottogenere musicale del Memphis Soul, soul music elegante e allo stesso tempo funky meno “squadrato” del Southern Soul (in altri termini, è uno stile “torrido” e “sfavillante”).
Divenne famoso grazie al singolo strumentale del 1962 intitolato Green Onions (anch’esso in programmazione su NBC, anche se fuori decade, in quanto parte della colonna sonora del film American Graffiti del 1973) e per essere la band in cui hanno suonato i più importanti performer della Stax. Booker T. & The M.G.’s è stato uno dei più prolifici, rispettati e imitati gruppo del tempo. I suoi componenti classici erano: Booker T. Jones (organo, pianoforte), Steve Cropper (chitarra), Donald Dunn (basso), Al Jackson Jr. (batteria). Hanno fatto parte del gruppo anche Isaac Hayes, Carson Whitsett, Willie Hall e Lewis Steinberg. Booker T. & the M.G.’s, con Steve Potts alla batteria hanno continuato ad esibirsi anche nel anni 2000. La notte del 13 maggio 2012 è morto “Duck” Dunn, dopo aver appena terminato un doppio show in Giappone nel pieno del suo tour con l’eterno amico Steve Cropper