Noi lo suoniamo ancora! 1983: Donna Rouge dei Fake. Quella di “Ho tanta voglia di fare l’amore con te…”

Imagination
Noi lo suoniamo ancora! 1982: Music & Lights degli Imagination, promettente gruppo che si e’ perso per strada
4 Ottobre 2019
Steppenwolf
Noi lo suoniamo ancora. 1968: Born to be wild, degli Steppenwolf. Simbolo della cultura hippy e degli easy riders
9 Ottobre 2019
fake

“Ho tanta voglia di fare l’amore con te ….Ti voglio“, invocava una voce sensuale nella prima metà degli anni ’80 sopra una base ossessivamente dance. Appello incredibilmente restituito al mittente da uno sprovveduto potenziale amante (“I don’t understand…“), tanto da dover essere pazientemente ribadito:  “Voglio fare l’amore tutto il giorno, tutta la notte, sempre“. Con però inconcepibili analoghi risultati…

Fake di nome e di fatto

Erroneamente considerati un prodotto della Italo-Disco degli anni ’80, i Fake erano in realtà un gruppo svedese sorto nel 1977, quando due musicisti, Erik Strömblad e Stefan Bogstedt (entrambi classe 1962), fondarono una propria band, che allora si chiamava Taglia 46.

Anima Rock

La band crebbe nel corso degli anni successivi, con il batterista metal Stefan Sverin e i cantanti Tony Wilhelmsson e Ulrica Örn ed i sintetizzatori sempre più presenti nella loro musica rock. Il primo pezzo che li portò a notorietà fu nel 1977 “Another brick”, il secondo, appunto, “Donna Rouge”, che ebbe un grande successo in Italia soprattutto per la sensuale frase pronunciata da una voce femminile in italiano (“ho tanta voglia di fare l’amore con te”). Il gruppo, nonostante le apparenti buone prospettive di attività si sciolse nel 1986.