Noi lo suoniamo ancora! 1978: Giorgio Moroder firma con Chase la colonna sonora de Fuga di Mezzanotte dopo aver cambiato la musica da discoteca con I Feel love

Marcella Bella
Noi lo suoniamo ancora! 1983: Nell’aria, singolo di Marcella Bella, bocca dolce
19 Ottobre 2019
Kane
Noi lo suoniamo ancora! 1981: la modella Madleen Kane, dopo il successo di tre anni prima con Rough Diamond, bissa con You can
22 Ottobre 2019
Moroder

Produttore, discografico, compositore e disc jockey Giorgio Moroder (nato a Ortisei nel 1940 e trasferitosi prima a Berlino e poi a Monaco negli anni ’60 e ’70), noto per l’uso del sintetizzatore e per le colonne sonore, Moroder è considerato uno dei musicisti più innovativi e influenti nell’ambito della musica elettronica e della disco music. Con Chase, brano strumentale del 1978, Moroder ha firmato la colonna sonora del film Fuga di mezzanotte (Midnight Express).

Prima tappa: Berlino

Nel corso della sua carriera avviata sul finire degli anni ’60, dopo esserci trasferito dall’Italia a Berlino nel 1967, Giorgio Moroder ha avuto modo di collaborare con numerosi artisti fra cui Barbra Streisand, Britney Spears, Chaka Khan, Donna Summer, Janet Jackson, Nina Hagen, gli Sparks e i Daft Punk.

Lo studio di registrazione di Monaco

Nel 1971 si spostò a Monaco dove fondò il suo primo studio di registrazione: l’Arabella House (Musicland Studios). Dopo aver goduto un nuovo successo con il brano Son of My Father, scritto con Chicory Tip, si spostò negli Stati Uniti, nel 1972, per promuovere il brano Giorgio, accreditato come Giorgio & Friends, che godette notorietà e ottimi riscontri di vendita a livello internazionale.[senza fonte] Nello stesso anno, iniziò una collaborazione con Pete Bellotte che fruttò l’album Son of My Father, pubblicato in America da ABC/Dunhill Records ed attribuito al solo Moroder.

L’incontro con Donna Summer

Le registrazioni dei due musicisti, che pubblicarono nella speranza di essere notati da qualche artista, includevano una serie di collaborazioni con Donna Summer destinate a rivelarsi molto influenti. Dopo aver registrato un demo inviato ai Three Dog Night, allora collaboratori della ABC/Dunhill, i due pubblicarono Hostage la prima collaborazione di successo con la cantante. Nel 1974 pubblicarono l’album Lady Of The Night e, durante l’anno seguente, il singolo di successo Love to Love You Baby[16] che inaugurò la nascita del disco mix e più in generale della disco music.

Munich Machine

Nel 1977 Moroder ebbe un primo notevole successo per la collaborazione con le Munich Machine per il brano Get on the Funk Train. Il musicista produsse inoltre diversi successi di disco elettronica per musicisti quali Roberta Kelly (Zodiac), The Three Degrees (The Runner), e gli Sparks (l’album Nº 1 in Heaven e il singolo Beat the Clock). Nello stesso anno pubblicò il singolo From Here to Eternity, fra i più noti del suo repertorio.

Il primo Oscar

The Chase, del 1978, è tratto dalla colonna sonora del film Fuga di mezzanotte e gli è valso il suo primo Oscar ricevuto durante l’anno seguente. Collabora altresì alla colonna sonora di Grazie a Dio è venerdì, che si aggiudicherà l’Oscar alla migliore canzone (Last Dance), scritta da Paul Jabara e cantata nel film da Donna Summer. Nel mentre registrò l’album E=MC² nel 1979 che l’artista afferma essere il primo disco elettronico “dal vivo al digitale”.

I Feel love: il brano che avrebbe cambiato la musica da discoteca per 15 anni

Brian Eno e David Bowie erano a Berlino nel 1977, nello studio di registrazione Hansa Tonstudio, durante la lavorazione di “Heroes”. Eno entrò in studio e disse:
«Ho sentito il suono del futuro» e gli fece ascoltare I Feel Love di Donna Summer (firmata Summer-Moroder-Bellotte, arrangiamento di Giorgio Moroder, produzione Moroder-Bellotte). «Eccolo qui, non cercate oltre. Questo disco cambierà la musica da discoteca per i prossimi 15 anni…». E aveva ragione.