Noi lo suoniamo ancora! 1977: Ti voglio, funky-disco italiano da manuale di Ornella Vanoni che anticipa le sonorità de La febbre del sabato sera

Ornella Vanoni

Ornella Vanoni, dopo il periodo di influenza della bossa nova brasiliana, nella metà del 1977 anticipa l’era della disco de La febbre de il sabato sera (che uscirà a fine anno, il 16/12/1977) e pubblica nell’album “Io fuori”, che contiene un capolavoro funky-disco: Ti voglio.

L’influenza dai New Trolls

Il testo e l’arrangiamento di Giorgio D’Adamo (bassista del complesso dei New Trolls) insieme con Sergio Bardotti, così come per l’album precedente Io dentro: infatti i due long-playing verranno pubblicati in seguito in un disco doppio. Alla pubblicazione dei due album seguirà una fortunato tour di Ornella Vanoni con il complesso dei New Trolls. Alcuni brani dell’album (ed in particolare proprio Ti Voglio) saranno peraltro parte integrante del controverso film Avere vent’anni, uscito nel 1978, con Gloria Guidi e la compianta e sfortunata Lilli Carati.

Trascinante ma sottovalutato

Ti voglio è trascinante, eppure, incredibilmente, passa, se non inosservato, certamente con una colpevole sottovalutazione.

L’influenza su Geppo il folle e su Anche Noi

Ti voglio di Ornella Vanoni, influenzerà anche Adriano Celentano che ne trarrà spunto (oltre che dai Bee Gees) per la colonna sonora del film Geppo il Folle del 1978, in particolare per la title track del film, ma anche per il pezzo Che cosa ti farei. Gli stessi New Trolls riprenderanno le sonorità di Ti Voglio in Anche Noi del 1978, che sarà sigla dello spettacolo RAI Luna Park (che lancerà Heather Parisi)