Noi lo suoniamo ancora! 1973: The Ballroom Blitz degli Sweet, i glam rockers di Brian Connolly

Sweet

Famosi soprattutto per Love Like Oxygen (tra gli OTT della playlist di NBC Milano We Play Again), gli Sweet furono fondati nel 1968 da Mick Tucker e Brian Connolly, che del gruppo sarebbe diventato il frontman, sostituendo dietro il microfono Ian Gillan (poi nei Deep Purple).
Col successivo ingresso del chitarrista Frank Torpey, il complesso assunse stabilità caratterizzandosi con un abbigliamento esageratamente colorato, con presenti parecchie ambiguità di carattere sessuale tipicamente glam rock.

La volpe in fuga

Dai primi anni ’70 gli Sweet pubblicarono uno dietro l’altro singoli come “Little Willy”, “Wig wam bam”, “Blockbuster”, “Hellraiser”, appunto “The Ballroom Blitz” e soprattutto “Fox on the run”, che sbancarono le classifiche inglesi e di tutta Europa.

1978: Love is Like Oxygen

L’apoteosi venne raggiunta nel 1978 con la celeberrima Love is Like Oxygen (la versione che trasmette NBC è quella, rara, extended con sonorità inconsuete), rimasta in vetta alle classifiche anche per divbersi mesi del 1979. Tuttavia, a dispetto delle buone premesse, sul fine dei ’70 il gruppo entra in crisi fino a sciogliersi nel 1981.

Il degrado psico-fisico e le morti di Connolly e Tucker

Ormai dimenticato dai metal fan degli anni Novanta, Brian Connolly muore il 9 febbraio del 1997 a causa di ripetuti infarti, conseguenza del suo pessimo stato fisico, minato in maniera esagerata dall’alcool. Qualche anno più tardi, il 14 febbraio 2002, ad andarsene è il batterista Mick Tucker, stroncato dalla leucemia.

Gli Andy Scott’s Sweet

Dei due Sweet superstiti il più attivo resta sicuramente Andy Scott, che rimette assieme una formazione degli Sweet, gli “Andy Scott’s Sweet”. Il gruppo è tutt’ora in tour nelle due versioni:quella europea di Andy Scott e quella nord americana di Steve Priest.