Le favolose Scimmie di mare vendute dalla Ditta Same insieme agli occhiali a raggi X ed alla pomata Ercolex

Oggi risvegliamo uno dei sogni più reconditi dell’infanzia di chi ha tra quaranta e settant’anni: le favolose Scimmie di mare, che campeggiavano sulle pagine di alcune riviste, non necessariamente per soli ragazzi (Intrepido, Monello, Diabolik, Topolino e Tv Sorrisi e Canzoni).

Ditta Same Govj: equipaggiamenti per agenti segreti e molto altro

La commercializzazione avveniva per corrispondenza da parte della milanese Ditta Same Govj, che in catalogo aveva altri prodotti fantascientifici (provenienti dagli USA), come gli occhiali a raggi X per vedere oltre i vestiti delle persone (su cui torneremo presto),  il Disegnorama  (proiettore di disegni su carta), la Micro macchina fotografica, la Penna a gas (per neutralizzare le persone) e la pomata Ercolex per la crescita muscolare, anticipando di una quarantina d’anni certe fregature che oggi dominano sul web (beh, qualcuna a dirla tutta poi è diventata realtà).

scimmie
Le inquietanti Artmemiidae

Tra i prodotti venduti via posta dalla misteriosa Ditta Same (che confidava nel fatto che la pubblicità ingannevole non era ancora regolamentata e comunque la modesta spesa, l’assenza di apposite Authority e di consapevolezza dei diritti nei consumatori rendevano rare le azioni giudiziarie di contrasto) c’erano appunto delle inquietanti buste contenenti uova di creature denominate Scimmie di mare, rappresentate come esseri senzienti in grado di creare una microciviltà nell’acquario.
Si trattava, in realtà, di un piccolo crostaceo d’acqua salata appartenente al genere Artemia, unico genere della famiglia Artemiidae in grado di adattarsi a condizioni di vita estreme che le consentono di colonizzare ambienti ostili quali le pozze delle saline, caratterizzate da alta salinità e da periodica evaporazione dell’acqua. L’essiccamento delle pozze in cui vive è superato grazie alla deposizione di uova durature (cisti), in grado di rimanere in uno stato di quiescenza (criptobiosi) per lunghi periodi – vari anni – fino a quando non si ripresentano condizioni favorevoli al loro sviluppo.

Anche in South Park

Delle Scimmie di mare tratta pure il settimo episodio della sesta stagione di South Park (dal titolo I Simpson l’hanno già fatto) dove, per l’immissione di sperma umano nell’acqua del loro acquario, le artemie si evolvono e fondano una civiltà, che avanza fino al punto di autodistruggersi, mentre la maestra muore dopo aver bevuto un bicchiere contenente i protozoi.