Finalmente spiegato cosa spingeva gli uomini ad acquistare la Prinz 4: l’inconscio. Era infatti figlia dell’idea della Chevrolet Corvair

prinz

I numerosi studi socio-psicologici fin qui condotti non erano giunti ad una spiegazione univoca sulle recondite motivazioni che, negli anni ’60, avevano spinto un numero rilevante di uomini ad acquistare una vasca da bagno con le ruote come auto. Ma, ora, finalmente una spiegazione c’è….

L'”ispirazione” di Luthe

Scherzi a parte, sembrerà incredibile, ma l’ispirazione per la NSU Prinz 4 (Typ 47) giunse al designer tedesco Claus Luthe (Wuppertal, 1932 – Monaco di Baviera, 2008) nel marzo del 1960, quando al Salone di Ginevra partecipò anche il gruppo General Motors con la sua ultima nata la Chevrolet Corvair.
Per questo, una volta tornato a Neckarsulm, sede della NSU, Luthe si mise al lavoro con i suoi collaboratori per realizzare una vettura che facesse tesoro dei contenuti stilistici suggeriti dalla Corvair.

prinz

Competitor del Maggiolino

La presentazione avvenne invece al Salone di Francoforte del 1961, a settembre. E, a dispetto di quello che pensiamo oggi, quello della Prinz fu un incredibile successo: la vettura si poneva infatti come concorrente diretta del Maggiolino, il modello storico prodotto dalla Volkswagen.
Una competizione tra le due auto che durò finché la produzione della Prinz 4 cessò nel mese di luglio del 1973, dopo che la NSU fu acquistata dalla Volkswagen, che ridenominò la casa come Audi-NSU AG . La nuova proprietà, per evitare la cannibalizzazione interna, decise di non rimpiazzare con nessun altro modello marchiato NSU, la Prinz, che venne sostituita da una piccola utilitaria prodotta con marchio Audi: l’Audi 50.